News

Notizie da Gruppo IFFI e dal mercato immobiliare

Cos’è e come funziona la certificazione energetica Ape

Certificazione-energetica-approvato-il-nuovo-regolamento-300x214

Ape è l’acronimo di Attestato di Prestazione Energetica. È una certificazione che descrive le caratteristiche energetiche di un edificio, di un’abitazione o di un appartamento. Vediamo come ottenerlo e quando è obbligatoria.

Nel dettaglio, la certificazione Ape fornisce le informazioni sulle prestazioni energetiche dell’immobile: la quantità di energia necessaria per soddisfare annualmente le esigenze legate a un uso standard dell’immobile per il riscaldamento, il raffrescamento, la ventilazione, la produzione di acqua calda sanitaria.

Si tratta di uno strumento di controllo che sintetizza, con una scala da A4 a G, le prestazioni energetiche degli edifici. L’Ape è obbligatorio sia per la vendita che per l’affitto di un immobile. Nella maggior parte dei casi, la durata è di 10 anni e per conservarne la validità bisogna garantire i controlli della caldaia previsti dalla legge. Il sopralluogo nell’immobile è obbligatorio.

L’Ape deve essere rilasciata da un certificatore energetico con competenze specifiche in materia di efficienza energetica applicata agli edifici che di solito è un tecnico abilitato alla progettazione di edifici e impianti come l’architetto, l’ingegnere e il geometra e ha delle responsabilità civili e penali molto importanti.

Per la certificazione Ape, si effettua un’analisi energetica tramite software che prendono in considerazione caratteristiche della casa quali:

  • le caratteristiche geometriche e di esposizione dell’immobile;
  • le caratteristiche delle murature e degli infissi;
  • la tipologia degli impianti presenti per il riscaldamento, il raffrescamento e la produzione di acqua calda sanitaria;
  • eventuali impianti di ventilazione meccanica;
  • eventuali sistemi di produzione di energia rinnovabile.

Al termine della compilazione l’esperto dovrà sottoscrivere l’Ape e trasmetterlo alla Regione o Provincia autonoma competente. Il richiedente riceverà l’Ape dall’esperto che lo ha redatto, entro i 15 giorni successivi a tale trasmissione.

letto su idealista.it